immersioni in gabbia di squali in Sudafrica

La città di pescatori di Gansbaai nel Capo Meridionale non è solo il luogo di nascita del grande squalo bianco che si tuffa in Sud Africa, ma è anche pubblicizzato come lo Shark Diving Capitol of The World.

Negli ultimi tre decenni, l'industria delle immersioni con gli squali si è sviluppata praticamente da un allestimento di tipo one-man show a grandi aziende che impiegano centinaia di persone. È anche qui che si può davvero misurare la progressione dell'industria dello squalo bianco. I nove operatori autorizzati hanno ridimensionato le loro barche e hanno anche aumentato le dimensioni e cambiato la forma delle gabbie degli squali. Tutto questo per soddisfare i quasi 80,000 turisti che praticano immersioni con gli squali che visitano qui ogni anno.

Durante il periodo da ottobre 1990 ad agosto 1994, il White Shark Research Institute (WSRI), fondato dal dottor Lenard Compagno e Theo Ferreira, ha condotto grandi viaggi di ricerca sui bianchi a Dyer Island, False Bay, Struisbaai e Mossel Bay. La maggior parte del lavoro è stato condotto a Dyer Island e Struisbraai Bay e questo è stato davvero il primo lavoro svolto su grandi bianchi in cui la pesca non era l'obiettivo finale. Lo scopo era piuttosto quello di determinare le dinamiche di popolazione dei grandi squali bianchi in Sud Africa.

Il WSRI ha avuto anche successo nella campagna per proteggere il Grande squalo bianco nelle acque sudafricane. Il Sudafrica è stato il primo paese al mondo a offrire protezione al grande bianco, e questo è avvenuto nel 1991. Questo è stato fondamentale per il benessere della specie.

Nei primi giorni di Gansbaai, il WSRI guidava attraverso la sonnolenta cittadina di Gansbaai con la gabbia degli squali coperta da un telone. La gente del posto non poteva credere che qualcuno volesse entrare in una gabbia dall'aspetto rischioso per immergersi con una famigerata bestia che si aggirava nelle loro acque! La maggior parte delle persone nutriva anche pensieri sul fatto che la squadra non sarebbe tornata affatto …

Il lavoro degli squali bianchi in quei primi giorni era incentrato sull'isola di Dyer e sull'ormai famoso "Shark Alley". I "turisti" erano principalmente volontari, sia locali che internazionali, che desideravano disperatamente vedere e trascorrere del tempo con un grande squalo bianco.

Chris Fallows, di Apex Shark Expeditions, è stato uno di questi primi volontari e si è offerto volontario a Gansbaai per quattro anni.

Ricorda il loro giorno più impegnativo di sempre con gli squali. Ancorati a Shark Alley, con acqua cristallina, hanno registrato non meno di 19 squali intorno alla barca.

Immersioni con i grandi squali bianchi a Hermanus

La dinamica a Dyer Island è molto diversa da Seal Island, False Bay. Le foreste di alghe circondano quasi completamente l'area e come tale il movimento delle foche è molto diverso da False Bay. Si dice che le foche usino la copertura di alghe nella difesa predatoria dei grandi bianchi, quindi il tasso di comportamento predatorio qui è molto più basso. Tuttavia, occasionalmente hanno avuto luogo osservazioni estremamente affascinanti di un grande squalo bianco che insegue le foche nelle alghe. Questo potrebbe benissimo essere uno specialista nella caccia alle alghe!

Shark Alley si trova tra Dyer Island; dimora di pinguini africani, cormorani del capo e vari altri uccelli marini; e Geyser Rock. Geyser Rock ospita una colonia di otarie del Capo di poco meno di 60,000 otarie del Capo.

Tutti grande immersione in gabbia di squalo bianco a Hermanus le operazioni hanno avuto luogo qui negli anni '1990 e non è stato fino all'inizio degli anni 2000 che il lavoro sugli squali ha iniziato a svolgersi lungo le aree costiere, in particolare, la diga di Joubert, o "Die Dam" come viene anche più comunemente chiamata.

Si è sempre pensato che i grandi squali bianchi frequentassero l'area dell'isola di Dyer nei mesi invernali, dove si presume si nutrissero di foche del capo. Nei mesi estivi sudafricani, i loro movimenti erano più prolifici lungo le aree costiere, sfruttando varie specie di pesci e squali più piccoli che si trovano qui.

Immersioni nella gabbia degli squali a Hermanus

Agli albori del turismo degli squali, la domanda era limitata e quindi le barche erano più piccole ed erano per lo più Butt Cats di 28 piedi, cioè barche in vetroresina a doppio scafo a motore. Avrebbero preso un massimo di sei ospiti e due membri dell'equipaggio e una gabbia rotonda per squali per un uomo è stata utilizzata per l'immersione con gli squali. Anche i viaggi erano limitati a poche volte a settimana.

Ricordo i primi anni 2000, quando fu costruita la prima barca squalo che poteva trasportare 18 passeggeri. Sembrava incredibile! Fu allora che anche le gabbie degli squali iniziarono ad evolversi e si spostarono verso gabbie rettangolari che potevano contenere più subacquei.

Velocemente avanti di vent'anni alle immersioni in gabbia per squali a Hermanus nel 2020 e molte delle barche ora possono ospitare fino a 38 passeggeri e le gabbie per squali sono costruite per contenere 8 subacquei alla volta. Con la maggior parte delle compagnie che effettuano tre viaggi al giorno, Gansbaai è davvero il Campidoglio del mondo per lo Shark Diving!

Offriamo anche immersioni in gabbia con gli squali a Simon's Town, Gansbaai ed Mossel Bay. Purtroppo, Gansbaai sta vivendo un declino simile nei grandi squali bianchi, come a False Bay. In precedenza avvistati tutto l'anno, ora gli avvistamenti sono sporadici.

Nel 2017 cinque grandi carcasse di squali bianchi sono state trovate a riva. Tutte le indicazioni puntavano verso la predazione da parte delle Orche. La minaccia della predazione delle orche sui grandi squali bianchi sembra avere un effetto a breve e medio termine. La maggior parte delle volte quando si avvistano le orche nell'area, i grandi bianchi non si vedono per settimane o mesi alla volta. Altri fattori come la perdita di disponibilità di prede sotto forma di specie di squali più piccoli e il cambiamento climatico sono anche citati come contributo all'effetto sulla popolazione del grande squalo bianco sudafricano.

Proprio come a Seal Island, la nicchia aperta è stata quasi immediatamente riempita da un altro predatore a trentadue denti. In questo caso, squali baleniera di bronzo/rame. L'occasionale squalo a sette branchie è anche visto insieme al raggio del diavolo dalla coda corta straordinariamente grande.

Sebbene questi squali siano visti quasi tutto l'anno, i numeri più alti si registrano durante i mesi estivi, quando le temperature dell'acqua sono più alte. A volte sono stati identificati fino a trenta squali diversi in un singolo viaggio, quindi l'esperienza degli squali rimane eccezionale con questi animali molto interattivi.

Gansbaai è a due ore di macchina da Cape Town, quindi è facilmente visitabile in una gita di un giorno. Tuttavia, Walker Bay e Hermanus sono punti caldi per le balene franche australi tra luglio e novembre, quindi un pernottamento significa che si può godere di una varietà di specie marine iconiche.

Condividi questo post

Blog correlati

squalo vs foca
Notizie sul grande squalo bianco

Chi vincerà? Squalo contro foca

Grande squalo bianco contro foca o foca contro grande squalo bianco? Una specie ti garantisce avvistamenti di ogni singolo viaggio a Seal Island, nel sud

Immersioni nella gabbia degli squali luglio 2019
Byte di squalo

Shark Cage Diving nel luglio 2019

Luglio è stato sicuramente un mese interessante e produttivo pieno di molti alti. Con la distribuzione in continua evoluzione di Great White Sharks a Cape Town, in Sudafrica

STATO DEL VIAGGIO

DOMANI

Martedì
27 Giugno 2023

Prossimo viaggio 28 giugno
11h45

*Stato del viaggio aggiornato quotidianamente alle 16:00 SAST